2015, Ottobre

Nuovo elemento della Homage Collection, Il Cremonese è il risultato di un’evoluzione ed ottimizzazione dell'esperienza Sonus faber.
Il nome, Il Cremonese, è innanzitutto omaggio al Maestro Antonio Stradivari, dal cui violino più famoso prende nome e vita, proprio nell’anno del 300° anniversario dalla realizzazione dello strumento.
Prendendo ispirazione dalla forma di Lilium, Il Cremonese presenta linee più nette ed un design più stilizzato e tagliente.

2015, luglio

Nato a 3 anni di distanza dalla collezione di diffusori da cui prende il nome, Venere S(ingnature) completa e sviluppa la collezione Venere, diventando il componente più potente ed innovativo della famiglia.
Interamente progettato ed assemblato in Italia, questo diffusore collega idealmente Venere ad Olympica anche grazie ad un bagaglio elettro-acustico che ne dimostra il legame con la più alta tradizione del brand.
Per tutti questi motivi, la S del nome sta per Signature.

2015, marzo

Con la Collezione Chameleon, Sonus faber allarga gli orizzonti verso un pubblico più ampio, mantenendo intatti tutti gli elementi iconici che ne hanno fatto la storia; la struttura del cabinet ricoperta in pelle e i dettagli in alluminio.
La vera novità, che rappresenta un rivoluzione per il mondo dell'audio High End, sono i fianchetti intercambiabili. Grazie a un sistema di perni che ne consente l'agevole rimozione e sostituzione, sarà possibile cambiare la finitura del proprio diffusore in ogni momento, adeguandola all'arredamento o semplicemente al proprio umore!

2014, maggio

L’edizione 2014 dell’Hi End di Monaco è l’occasione per Sonus faber per il lancio internazionale di Lilium.
Prendendo le mosse dall’esperienza maturate con la creazione di Aida, dopo tre anni Sonus faber ritorna a progettare e realizzare un nuovo raffinatissimo diffusore Hi End a gamma estesa. Lilium è stato ideato per dare forma ai grandi contrasti che la musica può esprimere. E’ volontà di sintesi partendo da elementi contrapposti: due entità separate che, pur lavorando in totale autonomia l’una dall’altra, cooperano all’interno di un unica forma che rimanda al mondo organico delle forme naturali.

2014, marzo

Per celebrare i suoi 30 anni di storia, Sonus faber rende omaggio al suo diffusore più iconico, Extrema, presentando al pubblico la nuova Ex3ma.
Restando perfettamente aderente agli intenti che hanno caratterizzato la nascita di Extrema, la nuova Ex3ma viene integrata con le nuove frontiere di sviluppo tecnologico, di ricerca elettroacustica, di design e di utilizzo di materiali.

2013, settembre

La prestigiosa linea Homage di Sonus faber trova il suo completamento con Homage Vox, il nuovo canale centrale espressamente progettato per la famiglia.
La tecnologia e le finiture di Amati e Guarneri vengono implementate in questo nuovo diffusore, per tutti gli appassionati dei sistemi Home Theatre.

2013, maggio

In occasione dell’Hi End Show di Monaco, Sonus faber presenta al pubblico Olympica, la nuova collezione di diffusori che segna un deciso ritorno alle più profonde tradizioni storiche dell’azienda.
Legno naturale, vera pelle e alluminio sono i materiali che la caratterizzano e segnano il legame con il passato; lo sviluppo di driver inediti e totalmente progettati  nei laboratori Sonus faber sono il segno tangibile della continua evoluzione dell’azienda che guarda orgogliosamente verso il futuro.

2012, agosto

Viene presentata in anteprima mondiale la nuova linea Venere: sei diffusori progettati per essere un punto di riferimento anche oltre la propria categoria, adatta a tutti i mercati, competitiva e in grado di soddisfare tanto gli amanti dell’ascolto a due canali quanto gli appassionati del multi-canale o dell’home theatre, in pieno spirito “luxurious&fun”.

2012

I valori già reificati in Amati futura e Guarneri evolution trovano compimento in Aida, ultima flagship di Sonus faber, caratterizzata dalla reinterpretazione della forma a Lira ed espressione del lavoro del Team Sonus faber, capace di svelare quanto l’azienda si sia evoluta conservando intatto il suo spirito originario e sintetizzando una “tradizione matura” con l’”innovazione tecnologica”.

2011

Seguono Amati futura e Guarneri evolution, eredi del bagaglio di innovazioni ed esperienze di the Sonus faber. E' l'inizio di un nuovo capitolo della storia di Sonus faber: i valori di artigianalità e tecnologia permangono e anzi vengono portati alla loro massima espressione grazie anche alle importanti innovazioni apportate al design e ai materiali che compongono il diffusore: top in aluminio avional nichelato, cabinet in pregiati legni curvati, finiture in pelle lavorata a mano. Il diffusore arriva ad una riproduzione sonora evocativa e “sensuale” ma al tempo stesso completa e materica.

2010

The Sonus faber, nuova flagship del marchio, viene presentata in un evento ufficiale nella splendida cornice di Palazzo Grassi, Venezia. È in assoluto il diffusore acustico più ambizioso nella storia del marchio, e quello che ha richiesto i maggiori investimenti in termini di ricerca e sviluppo.

2009


L'Azienda è sempre proiettata verso la ricerca e la crescita fiduciosa nel futuro, nasce così il progetto the Sonus faber: è l’opportunità per investire tempo e risorse per un risultato capace di toccare traguardi mai raggiunti e divenire una pietra miliare del settore. Ispirato alla Lira, dotato di un imponente contenuto tecnologico, elettroacustico e costruttivo. Per la sua realizzazione sono stati sviluppati 3 brevetti internazionali. È in assoluto l’idea più ambiziosa di Sonus faber, un inequivocabile punto di svolta ed un assoluto riferimento per il futuro.

2008

Il reparto R&D, raccogliendo le esigenze degli appassionati di avere delle Sonus faber di dimensioni estremamente compatte e realizza i tre diffusori che compongono la linea Toy. A queste seguirà la linea Liuto, riferimento per i diffusori mid-level senza mai rinunciare alle performance acustiche e alla cura costruttiva tipica della casa.

2007

Sonus faber lancia Elipsa, la nuova ammiraglia della serie Cremona, nella quale vengono declinati l'esperienza e le ricerche accumulate con Stradivari in un cabinet di dimensioni più contenute adatto quindi ad un maggior numero di ambienti d'ascolto.

2004

Il pubblico accoglie Stradivari Homage, la nuova ammiraglia i cui fianchi sciancrati ricordano il violino e frutto di un progetto durato 4 anni; grazie a questo terzo tributo si completa il ciclo di studio e omaggio dei maestri liutai di Cremona e si concretizza sempre più l’ambizione di identificare il diffusore acustico con lo strumento musicale si fa sempre più concreta.

2002

Sonus faber amplia il catalogo dei suoi strumenti per la Musica: vede la luce Cremona capace di esaltare il concetto della forma a liuto declinata in una famiglia di diffusori che rendono possibile anche l'allestimento di sistemi home theater di rara eleganza;.

1998

Gli ulteriori approfondimenti degli studi del lavoro dei maestri liutai portano allo sviluppo di Amati Homage (1998), summa di quanto “fatto a mano” sinora, un concentrato di abilità artigianale italiana e di tecnologia nordeuropea nella messa a punto degli altoparlanti.

1993

Segue Guarneri Homage (1993), risultato che esemplifica gli approfonditi studi sull’arte liutaia cremonese intrapresi, con una forma inedita ispirata alla sezione del liuto, ancora oggi imitatissima da numerosi competitors internazionali.

1991

Dopo Minima (1984), Electa (1986) ed Electa Amator (1987) nasce Extrema, una delle massime espressioni tecnologiche e musicali tra i diffusori dinamici dell’epoca.

1983

25 marzo 1983, Sonus faber diventa impresa; la produzione, seppur limitata alle diverse versioni/evoluzioni di Parva, si svolge nel piccolo laboratorio di Monteviale, sulle colline a nord di Vicenza: è questo un luogo di lavoro e di piccola produzione artigianale, ma anche un primo punto di riferimento per appassionati di alta fedeltà e giornalisti del settore, sempre attenti ai primi vagiti di una realtà già vivace.

1980

Nasce Snail Project: definito come un oggetto di “concezione leonardesca”, è il diffusore acustico da cui viene creato nel 1982 Parva, il primo monitor della storia Sonus faber: a 2 vie, con cabinet in legno massello e tra i primi della categoria ad utilizzare un woofer con il cono in kevlar.