Guarneri_Vintage

La voce di Sonus faber: il cabinet dei diffusori high end

27 giugno 2017

Il cabinet di un diffusore high end deve rispettare alcuni criteri per poter garantire un certo standard nelle performance acustiche. Un prodotto Sonus faber rispetta queste caratteristiche che concorrono alla creazione del tipico suono dei nostri diffusori, la voce di Sonus faber. Come? Vediamolo insieme.

Tutti i diffusori high end devono presentare un cabinet che sia il più rigido possibile, con una struttura interna rinfornata e in grado di evitare che si creino risonanze spurie; al fine di evitare le risonanze ogni cabinet viene inoltre arricchito con materiale fonoassorbente posto nei punti più strategici e nelle quantità adeguate.
A partire dagli Anni Novanta, grazie allo studio approfondito dell’arte liutaia italiana, Sonus faber produce i suoi diffusori seguendo i dettami costruttivi degli strumenti musicali, soprattutto liuti e violini. Proprio i liuti, infatti, presentano una delle migliori strutture possibili in termini di gestione delle risonanze interne; per questo da oltre vent’anni Sonus faber progetta i cabinet dei propri diffusori ispirandosi alle loro forme, in particolare la curvatura delle pareti laterali.  I cabinet così concepiti garantiscono l’assenza di pareti parallele, che hanno il difetto di creare onde stazionarie e, grazie anche alla struttura in legno, risuonano come fa uno strumento musicale, producendo un suono il più naturale possibile. Negli ultimi anni l’esperienza e l’evoluzione del reparto Ricerca e Sviluppo si sono tradotte in un’altra importante innovazione: l’utilizzo dell’alluminio che, combinato con il legno, fornisce al mobile ulteriore rigidità strutturale concorrendo in maniera determinante all’assorbimento di micro vibrazioni residuali.